Sponsor

Cerca

Colpo grosso in chiave salvezza: 1-0 contro L’Aquila con la decima di Gubellini

Un grande Sora batte 1-0 l’Aquila, terza forza del girone F di Serie D, al termine di una partita combattuta e ricca di emozioni fino al 9′ di recupero. Vittoria importante in chiave salvezza, con i bianconeri che salgono a quota 33 punti, con un +4 dalla zona playout quando mancano 7 giornate alla fine della stagione.

Dopo un buon inizio dell’Aquila, che al 5′ impegna Crispino con un tiro cross di Banegas, il Sora cresce e al 16′ Gubellini ci prova dal limite dell’area con un tiro che trova una deviazione e viene bloccato da Michielin. Al 22′ ancora bianconeri pericolosi con Di Gilio che sfiora il palo con un tiro deviato. Al 30′ si rivede l’Aquila con Banegas che serve Marcheggiani, anticipato di un soffio da Crispino. Al 34′ Sora in vantaggio al termine di una grande azione: Ippoliti arpiona un pallone sulla fascia destra e si invola, servendo l’accorrente Tribelli che mette sul secondo palo, dove Gubellini insacca in rete. Al 37′ lo stesso Gubellini potrebbe raddoppiare, saltando il portiere, ma viene murato al momento di battere a rete. L’Aquila si scuote e al 39′ Bellardinelli manda fuori da ottima posizione un colpo di testa. Al 42′ è il palo a dire di no ad Angiulli, dopo una respinta di Crispino.


Ripresa con meno occasioni, ma dal grande pathos con un Sora sofferente nel finale per gli infortuni, ma che ha gettato il cuore oltre l’ostacolo fino al termine dei 9′ di recupero. L’Aquila tiene palla, pressando, ma al 13′ i bianconeri vanno vicini al raddoppio con Didio che trova una deviazione e il pallone che sfiora il palo. A cavallo della mezz’ora di gioco il Sora perde per crampi prima Gemini e poi Orazzo (praticamente i due terzi della difesa), con mister Stefano Campolo, già alle prese con la squalifica di Franco Veron, che deve inventarsi una inedita difesa a 4 con Mastrantoni e Martey centrali. L’Aquila va vicina al pareggio al 39′ con Angiulli che coglie un altro palo con il solito tiro dalla distanza, ma al 40′ il Sora la potrebbe chiudere con il neo entrato Capparella lanciato in contropiede, che su assist di Gubellini spara addosso a Michielin in uscita disperata. L’Aquila va all’assalto, ma il Sora si chiude in trincea, gettando il cuore oltre l’ostacolo fino al minuto 54′ quando l’arbitro finalmente fischi tre volte scatenando la festa della squadra sotto la curva Longo e gli applausi di tutto il Tomei. Domenica prossima trasferta in casa del Roma City.


Sora-L’Aquila 1-0
Sora (3-5-2): Crispino; Gemini (30’st Jirillo), Orazzo (35’st Martey), Mastrantoni; Ippoliti, Tribelli (19’st Formicola (45’st Blando)), Di Gilio, Fortunato, Tordella; Didio (18’st Capparella), Gubellini. A disp.: Simoncelli, Pecoraro, Veron N., Vitucci. All. Campolo.
L’Aquila (3-4-3); Michielin; Bellardinelli, Alessandretti, Brunetti (16’st Orsi); Giuliodori (22’st Alessandro), Del Pinto (31’st Mantini), Angiulli, Di Santo; Banegas (42’st Persiani), Marcheggiani, Origlio (35’st Costa Ferreira). A disp.: Carroni, Modesti, Mengani, Mandrelli. All. Cappellacci.
Arbitro: Santinelli di Bergamo.
Reti: 34’pt Gubellini (S).
Note: ammoniti Crispino (S), Ippoliti (S), Gemini (S), Alessandretti (A); angoli 6-3; rec. 0’pt, 9’st.

(UFFICIO STAMPA A.S.D. SORA CALCIO 1907)

Condividi

Altri articoli